101 Notizie 2010
news

Skytg24_logo_2010La disoccupazione oltre l’8%, la cattura del boss dei casalesi Antonio Iovine e la fuoriuscita di petrolio dalla piattaforma della British Petroleum: sono le 3 notizie di maggior rilevanza secondo gli italiani. La conferma giunge dal consueto appuntamento con l’Osservatorio sulle notizie dell’anno 2010”, realizzato quest’anno da Sky TG24 in collaborazione con l’istituto di ricerche Digis.

All’interno della rosa delle 101 notizie selezionate, riconducibili a diverse aree tematiche (Cronaca, Economia, Esteri, Politica, Sport, Costume e Spettacolo), a ridosso delle prime posizioni, risaltano argomenti di carattere internazionale (il terremoto di Haiti, la riforma sanitaria di Obama, il salvataggio dei trentatrè minatori cileni, il piano di aiuti finanziari agli Stati in difficoltà da parte della UE), affiancati da eventi di respiro nazionale: l’emergenza rifiuti a Napoli e la scomparsa della coppia storica dello spettacolo, composta da Raimondo Vianello e Sandra Mondaini. Da notare come nel corso del 2010 non ci sia stata una notizia realmente dirompente e in grado di affermarsi nettamente come “notizia dell’anno”, a differenza del 2009, quando il terremoto dell’Aquila si è tristemente caratterizzato come evento dell’anno.

Per quanto riguarda la politica, spicca al primo posto, in un anno ricco di avvenimenti l’interesse suscitato dalla riforma universitaria portata avanti in Parlamento dal ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini e contestata nelle piazze.

Una considerazione analoga vale per il personaggio dell’anno: se nel 2009 la fresca elezione di Barack Obama a primo Presidente nero degli Stati Uniti ha effettivamente cambiato il colore della storia, nel 2010 si è riscontrata una difficoltà di affermazione di un personaggio rispetto agli altri. La coda dell’anno è stata vissuta all’insegna del “signor Wikileaks”, Julian Assange, le cui rivelazioni hanno messo in subbuglio le diplomazie di mezzo mondo. Tuttavia, il caso Wikileaks è stato giudicato di una certa rilevanza esclusivamente dai giovani, forse perché strettamente connesso alla galassia internet e nuove tecnologie, di cui i giovani sono i maggiori utenti e fruitori. In questa situazione di incertezza, gli italiani hanno preferito rifugiarsi nella figura rassicurante e sempre in auge del Pontefice Benedetto XVI, che ha riscosso forte apprezzamento soprattutto nelle fasce più anziane della popolazione. L’affermazione del Papa sottolinea, qualora ce ne fosse ancora bisogno, l’influenza spirituale esercitata sulle vicende, politiche e non solo, dell’Italia. Gli italiani, indicando al secondo posto fra i personaggi del 2010 il presidente statunitense Barack Obama, evidenziano come l’influenza a stelle e strisce sulle vicende geopolitiche mondiali sia ancora molto avvertita, soprattutto in riferimento alle fascia di popolazione di età intermedia (35/54 anni) e ad elevata istruzione. Infine, sull’ultimo gradino del podio, premiata soprattutto dai giovani, compare la coppia Fabio Fazio/Roberto Saviano, che ha inanellato un successo di ascolto dietro l’altro con la trasmissione “vieni via con me”, agevolata dalle polemiche innescate dal Direttore Generale della RAI, Masi, sulla messa in onda della trasmissione e, in secondo luogo, dai temi trattati in trasmissione, in particolare i rapporti fra la criminalità organizzata e la Lega Nord e l’eutanasia.

Vince, senza tema di smentite, la concretezza legata ai grandi temi del Paese e del mondo nell’indicazione dei faccia a faccia che gli italiani vorrebbero vedere in televisione. Anche in relazione al momento di particolare esposizione mediatica, i nostri connazionali vorrebbero vedere, prima di tutti gli atri, il confronto/scontro fra il Ministro dell’istruzione Gelmini e gli studenti in rivolta contro l’omonima riforma del sistema universitario. La preoccupazione per i destini del mondo e per la minaccia terroristica alla sicurezza internazionale riaffiora con l’assegnazione della seconda posizione fra i “faccia a faccia di maggior appeal” al duello Barack Obama/Mahmud Ahmadinejad, presidente dell’Iran e indefesso promotore della minaccia atomica. Le posizioni di rincalzo, dalla terza alla quinta, sono occupate dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, contrapposto a 3 leader politici:

  • Gianfranco Fini, presidente della Camera e, soprattutto, leader di Futuro e Libertà;
  • Pierluigi Bersani, segretario del Partito Democratico, che vive quotidiane difficoltà nella sua affermazione come leader del Centrosinistra;
  • Nichi Vendola, a cui ormai stanno stretti i panni di Governatore della Puglia e di leader di Sinistra, Ecologia e Libertà, ed ambisce alla vittoria della Primarie di coalizione per ottenere l’investitura popolare di leader del centrosinistra, da contrapporre a Silvio Berlusconi nella prossima sfida elettorale.

 

 

Digis S.r.l. - Iscrizione C.C.I.A.A. di Campobasso Nr.00377680947, Nr. R.E.A. 106790

P. IVA 01406840700 - Sede legale in Campochiaro (CB), via Don Giuseppe Mucciardi n. 5

Capitale Sociale € 98.000,00 i.v.